Hotel Resort

La origini di Alberobello

Piccola cittadina pugliese nel cuore della Valle D'Itria, famosa per i suoi trulli (dal greco troùllos) particolari costruzioni a secco su pianta squadrata e copertura conoidale, Alberobello è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco nel 1996.
Le sue radici risalgono al XVI secolo, quando ancora piccolo feudo detto "Silva Arboris Belli" cominciò a popolarsi di contadini che, sotto il dominio dei Conti Acquaviva di Conversano, ebbero il compito di coltivare le terre.
L'abbondanza di rocce calcaree stratificate e l'autorizzazione da parte dei Conti di costruire solo abitazioni con muri a secco, che potessero essere diruite in caso di ispezione regia, per evitare il pagamento dei tributi al re (secondo la "Pragmatica de Baronibus" che sottoponeva al tributo ogni insediamento urbano), portò alla nascita del TRULLI.
Il 27 maggio del 1797 il re Ferdinando IV di Borbone, in seguito alla richiesta di aiuto di un gruppo di coraggiosi alberobellesi, emanò un decreto con cui il piccolo villaggio dei trulli divenne libero dalla servitù feudale, fu elevato a città regia e assunse il nome di ALBEROBELLO.

gallery

© 2014 ANCAMARO SRL - P.I./C.F. 06189820720
7, P.zza Ferdinando IV
70011 Alberobello (Bari) Puglia
tel. +39 080 4323754
eMail: info@lealcove.it


web dev logovia - ph studioreportage




Le Alcove on trivago
Best (City hotel (central location)) Alberobello
Alberobello, Capitale dei Trulli e Patrimonio Mondiale dell'UNESCO